smoothie, food, healthy-4625476.jpg

Come supportare il microbioma in ottica ormonale

Durante il giorno, i livelli ormonali si alzano e si abbassano all’interno del tuo corpo come le maree. È il sistema endocrino il responsabile della creazione e del rilascio di ormoni nel flusso sanguigno, che a sua volta li trasporterà a tutti gli organi del corpo. Ma i ricercatori stanno scoprendo che c’è un altro attore fondamentale nel sistema endocrino: il microbioma intestinale. Il microbioma, infatti, non solo produce ormoni, ma può anche inviare segnali alle ghiandole del corpo, facendo loro sapere quanto di ciascun ormone dovrebbe essere creato e rilasciato.

 

Che cos’è il microbioma?

Per gli scienziati, un bioma è un ecosistema composto da flora e fauna. Usano la parola micro per indicare che questo ecosistema è invisibile all’occhio umano. È costituito principalmente da batteri, ma anche da virus e funghi, che svolgono un ruolo nel mantenimento della stabilità dell’ambiente. Il microbioma non è solo una caratteristica degli esseri umani: anche gli animali, le piante, il suolo e gli oceani ne hanno di propri. Il microbioma umano comprende trilioni di microbi che possono essere separati in sottosezioni a seconda della loro posizione. Quando parliamo di microbioma intestinale, intendiamo i microrganismi (e i loro geni) che risiedono nel colon. Il tuo corpo, quindi, non è solo tuo, ma ospita per una vasta schiera di microrganismi che svolgono un ruolo importante per la tua salute.

 

Perché il microbioma è così importante?

I batteri del tuo intestino aiutano a scomporre le fibre vegetali che mangi; così facendo, trasformano i carboidrati in metaboliti benefici, come butirrato e vitamine. Un microbioma equilibrato, ricco di batteri benefici e probiotici, protegge dagli agenti patogeni e mantiene sano il rivestimento intestinale. Ricorda che anche gli agenti patogeni fanno naturalmente parte del tuo microbioma: piccole quantità di microbi opportunisti che hanno potenzialmente la capacità di farti ammalare se non controllati dal resto del tuo microbioma.

 

Ormoni e salute intestinale

Una parte del microbiota (l’estroboloma) è in grado di metabolizzare e modulare gli estrogeni circolanti nel corpo, riducendone l’eccesso. Un eccesso di estrogeni può influenzare negativamente il grasso corporeo, la funzione riproduttiva, la salute cardiovascolare, la salute delle ossa e la funzione cerebrale.  Un microbioma intestinale sano e diversificato con una ricca collezione di batteri diversi è quindi fondamentale per l’equilibrio ormonale femminile!

 

Perché la salute intestinale è così importante?

Sfortunatamente, il delicato equilibrio dell’intestino può essere influenzato da molti fattori diversi (genetica, età, dieta, assunzione di antibiotici e inquinanti ambientali). Un estroboloma sano aiuta a mantenere un livello ottimale di estrogeni. Presta attenzione ai segni di un intestino malsano, l’attività del tuo microbioma potrebbe non essere ottimale: problemi digestivi, cambiamenti di peso, sensibilità alimentare, condizioni autoimmuni, irritazione della pelle, fatica. Consulta il tuo medico se riconosci uno o più di questi sintomi.

 

5 modi per migliorare la salute dell’intestino e l’equilibrio ormonale

Quindi, come puoi migliorare la salute dell’intestino e raggiungere l’equilibrio ormonale?

 

Cura la tua alimentazione

La dieta gioca un ruolo fondamentale. Una dieta che comprenda una vasta gamma di frutta, verdura e fibre, ricca di fitonutrienti può incoraggiare la diversità microbica. Tieni presente che le crucifere, come i broccoli, contengono composti che facilitano la disintossicazione dagli estrogeni.

Gli alimenti prebiotici come aglio, cipolla, asparagi e banane forniscono il materiale di cui i batteri intestinali amano nutrirsi. Gli alimenti probiotici come kefir, kimchi e altri alimenti fermentati sono davvero utili per introdurre nell’intestino ceppi batterici benefici come il lactobacillus.

 

Stai attenta all’inquinamento ambientale

Gli estrogeni possono essere assunti anche attraverso l’ambiente, rendendo più difficile il lavoro di purificazione svolto dal tuo estroboloma. Limita la soia e i suoi derivati che contengono fitoestrogeni, e stai attenta ai prodotti contenenti xenoestrogeni, che si trovano in molti prodotti per la casa come profumi, pesticidi e plastiche. È importante imparare a ridurre l’uso queste sostanze tossiche e trovare soluzioni più sane e contemporaneamente rispettose dell’ambiente.

 

Attenta agli antibiotici

L’uso di antibiotici altera l’ecologia del microbioma intestinale e può causarne una crescita eccessiva o portare alla disbiosi. È molto importante reintegrare i batteri benefici attraverso integratori specifici dopo aver fatto una cura antibiotica!

 

Riduci l’alcol

Il consumo di alcol può avere un impatto negativo non solo sul microbioma intestinale, ma anche sul fegato e sulla sua capacità di disintossicarti dagli estrogeni e dalle sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino.

 

Attività fisica

L’esercizio fisico è un ottimo modo per supportare la disintossicazione dell’organismo. Può anche ridurre l’ormone dello stress, il cortisolo, che può avere un impatto negativo sugli ormoni sessuali.

 

 

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *