Body awareness

Ti capita mai di andare a sbattere contro uno spigolo oppure di avere problemi a mantenere l’equilibrio? Forse, dopo essere stata seduta per ore davanti al computer, ti potresti addirittura dimenticare di avere un corpo. Poi, improvvisamente, ti rendi conto di avere i muscoli del collo contratti o una gamba addormentata. In questi casi, può venire in tuo aiuto la pratica della body awareness, letteralmente “consapevolezza del corpo”.

Per body awareness si intende uno stato mentale in cui sei cosciente e perfettamente connessa al tuo corpo. In sintesi, è il modo in cui riconosci dove si trova e come agisce il tuo corpo nello spazio.

La pratica della body awareness coinvolge il sistema propriocettivo, ovvero la consapevolezza della posizione e del movimento delle parti del corpo in relazione ai muscoli e alle articolazioni, così come il sistema vestibolare, una componente dell’orecchio interno che è responsabile dell’orientamento spaziale. Il sistema vestibolare consente di mantenere l’equilibrio, la postura e la stabilità della testa. Se hai le vertigini, infatti, è probabile che il tuo sistema vestibolare ne sia interessato.

Potresti chiederti perché è così importante la consapevolezza del corpo. La consapevolezza del corpo ti aiuta a capire come relazionarti con gli oggetti e le persone, quindi per esempio ti aiuterà a muoverti nello spazio con efficacia e anche ad avere una maggiore consapevolezza del tuo corpo in relazione a quello degli altri. La consapevolezza del corpo, inoltre, può apportare diversi vantaggi alla tua vita, che vanno dalla salute fisica a quella emotiva.

La consapevolezza del corpo non si limita infatti a semplice percezione dei movimenti del corpo nello spazio, ma coinvolge anche quelli che sono i segnali del tuo corpo. Quando riconosci di essere affamata, assetata o stanca, stai esercitando consapevolezza del corpo. Questo è anche il caso di segnali più complessi, come quando dai il massimo durante un allenamento, quando ti senti sola e hai bisogno di un po’ di socialità, o quando il tuo corpo è pronto per il sesso.

Quando sei più consapevole dei segnali del tuo corpo, puoi capire meglio di cosa hai bisogno di momento in momento. Ciò significa che puoi distinguere tra fame, sete, stanchezza o stress emotivo. Invece di mangiare una barretta di cioccolato o fare uno spuntino poco sano quando sei stanca, concediti il ​​permesso di riposarti. Invece di dormire troppo quando stai attraversando un momento emotivo difficile, puoi raggiungere i tuoi cari, prenderti cura di te stessa o incontrare un terapeuta.

La consapevolezza del corpo può quindi apportare diversi vantaggi alla tua vita, che vanno dalla salute fisica a quella emotiva: comprendere ciò che il tuo corpo sta comunicando può aiutarti a soddisfare meglio le tue esigenze, aiutandoti a ottenere una migliore salute e soddisfazione personale.

La body awareness, inoltre, può essere uno strumento prezioso per aiutarti a gestire il ciclo mestruale. Comunemente, le fasi del ciclo mestruale vengono ignorate. Prese dagli impegni della quotidianità, dobbiamo funzionare, giorno dopo giorno. Per secoli, le mestruazioni sono state associate a debolezza e il resto del ciclo mestruale, ovvero il tempo che intercorre fra un ciclo e l’altro, è stato semplicemente ignorato. Questo perché tutto è progettato per funzionare in modo uniforme, in un lungo susseguirsi di impegni lavorativi, familiari e sociali. Ma questa mancanza di connessione con il corpo può manifestarsi attraverso problemi fisici, come crampi o sindrome premestruale.

Attraverso la body awareness, il corpo e la sua bussola ciclica tornano al centro dell’attenzione. Se sai chi sei, puoi lavorare con e non contro te stessa. Attraverso la consapevolezza del ciclo impari ad ascoltare di nuovo la tua voce interiore e a fidarti del tuo intuito. Questo a sua volta può avere un effetto virtuoso sull’autostima, perché vivere in armonia con il corpo significa anche forza.

 

Vuoi raccontarci come la consapevolezza del corpo ti ha aiutato a ottenere maggiore benessere fisico o mentale? Scrivici la tua esperienza nei commenti!

 

 

Photo Credits: Photo by Monika Kozub on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *